Skip to main content
Caldo record in molte regioni d’Italia
LA PAROLA AL TECNICO

Caldo record in molte regioni d’Italia. E’ tempo di condizionatori

Per tante settimane l’Italia è stata divisa in due: metà nella morsa del caldo torrido, l’altra metà in balia di maltempo e temporali devastanti. Adesso che l’estate sembra proprio arrivata per tutti, non c’è più tempo da perdere. È il momento di dotarsi di condizionatori, ma quali saranno le macchine giuste da installare? Qual è il criterio migliore per sceglierle? Chi è già provvisto di un condizionatore invece dovrà provvedere al suo controllo in tempi rapidissimi, prima di trovare sgradite sorprese al momento dell’accensione. Qui trovi alcuni consigli degli esperti UnipolHome: sono sempre a disposizione per aiutarti a scegliere il clima, installarlo, effettuarne la manutenzione e la sanificazione quando necessario.

Quando scegliamo un condizionatore non valutiamo solo il prezzo! Dobbiamo considerare diversi fattori, ecco cosa consigliano i nostri esperti.

Vivendo in condominio prima di tutto va tenuto conto del posizionamento dell’unità esterna.

Alcuni palazzi sono vincolati dalle Belle Arti e non è possibile porre il motore in facciata, oppure è il regolamento del condominio a vietarlo. Abbiamo questo vincolo anche noi?  Se non è possibile installare un climatizzatore con unità esterna, si deve optare necessariamente per una macchina “monoblocco” la cui potenza potrebbe essere leggermente inferiore a parità di grandezza rispetto alle classiche macchine. Anche in questo caso l’installazione richiede di praticare uno o due fori in facciata, la cui autorizzazione va richiesta all’Amministratore del condominio.

A proposito di potenza, questa è la seconda importante domanda: “quanto è grande l’ambiente che dovrà essere raffreddato?”

Questo fattore determinerà la scelta del condizionatore. La potenza di un condizionatore nella maggior parte dei casi è espressa in kilowatt (kW), ma anche in BTU/h (British Thermal Units per hour). Per avere un kilowatt ci vogliono circa 3412 BTU: una stanza tra 25 e 35 metri quadrati, e di media altezza, potrebbe richiedere tra i 9000 e i 12.000 BTU/h. Per una stanza di circa 50 mq, che riceve molta luce solare e ha diverse finestre, sarà necessario un condizionatore più vicino ai 19.000 BTU/h. 

Ci sono altri fattori da valutare, come la posizione della stanza(a nord potrebbe non ricevere mai sole), il numero di persone che normalmente la occupano, quanti elettrodomestici vi sono attivi.

Controlla bene tutto prima di procedere all’acquisto in autonomia: se hai dei dubbi contatta i tecnici UnipolHome, pronti a risolvere tutti i tuoi dubbi.

Un’altra domanda importante: dove saranno posti gli scarichi di condensa e gli attacchi elettrici del condizionatore?

Saperlo prima non è un dettaglio. Partiamo capendo come si forma la condensa: durante lo scambio tra l’aria più calda dell’ambiente esterno e il gas refrigerante presente nel condizionatore, il vapore passa dallo stato gassoso allo stato liquido, formando l’acqua di condensa.

Lo scarico della condensa è un tema spesso sottovalutato: il clima, in regime di raffrescamento, quindi d’estate, produce acqua di condensa che, per legge, non può essere smaltita in falda, per questo sono in vendita filtri appositi che la demineralizzano e, a quel punto, può essere scaricata in un rubinetto. È un obbligo di legge[1].

Per quel che riguarda la parte elettrica va ricordato che i condizionatori richiedono molta energia: sarebbe ideale poter avere una linea elettrica dedicata nel differenziale magnetotermico, così da bloccare eventuali sovratensioni ad altre linee. Un altro tema è valutare se la potenza dell’abitazione è sufficiente e a supportare più apparecchiature accese contemporaneamente, ad esempio scaldabagno, piano a induzione, forno, etc. In caso contrario va fatta richiesta di maggiore potenza al fornitore di energia elettrica.

Hai dubbi sul dimensionamento elettrico della tua casa? Vuoi una verifica completa dell’efficienza dell’impianto prima di installare il clima o prima di andare in vacanza? Contatta i tecnici UnipolHome per un preventivo gratuito.

In sintesi, per scegliere un condizionatore è preferibile confrontarsi con un tecnico specializzato per evitare sorprese

Solo un tecnico può effettuare le necessarie verifiche e aiutare a trovare la soluzione migliore: i tecnici di UnipolHome si occupano di tutto questo e ancora di più.

Prima che sia davvero troppo caldo scegli il tuo nuovo condizionatore insieme ai tecnici UnipolHome oppure effettua la necessaria manutenzione di quello che hai già installato.

Vai sul sito e fissa subito un appuntamento senza impegno.

Non aspettare che sia troppo tardi. Contattaci per goderti un’estate piacevole e fresca, anche a casa!


[1] Le norme che regolano lo scarico delle acque di condensa nella rete fognaria sono contenute nella Parte terza del Decreto Legislativo n.152 del 3 aprile 2006. La norma stabilisce che le acque di condensa, prima di essere scaricate in fogna o in acque superficiali, debbano possedere un pH di valore compreso tra 5,5 e 9,5. Secondo la normativa, quindi, le acque prodotte dalla condensa dovrebbero essere opportunamente filtrate in modo da abbattere la loro acidità; nella realtà dei fatti, però, la maggior parte delle acque reflue di origine domestica hanno un pH basico, di conseguenza quando sono mescolate alle acque di condensa provenienti da caldaie e canne fumarie, il pH acido di queste ultime viene abbattuto in modo naturale. Verifica il PH dell’acqua della tua abitazione quando installi un impianto di condizionamento o chiedi a un tecnico.

11 Lug 2024

Leggi anche